Casal Barriera, Damiani fa le carte al campionato: “La favorita è il Palestrina. Noi pensiamo solo alla salvezza…”

Casal Barriera, Damiani fa le carte al campionato: “La favorita è il Palestrina. Noi pensiamo solo alla salvezza…”

A cura di Giorgio Attolico

 

 

Il tecnico dei gialloverdi, grande rivelazione del campionato, è molto soddisfatto del rendimento dei suoi ragazzi che sono oramai vicini al traguardo-salvezza.

 

 

 

Siete reduci da due vittorie di fila tra cui l’ultima ottenuto domenica scorsa al Comunale di Maranola  contro il Formia…

“E’ stata una partita un po’ particolare dato che avevamo tante assenze. Nella prima frazione di gioco, ha giocato meglio il Formia anche se il direttore di gara, inspiegabilmente, ha annullato un goal a Costantini nel finale di tempo mentre nella ripresa, grazie ai cambi, ci siamo espressi molto bene”.

Domenica 2 febbraio, all’Usai, è in programma il    big-match contro l’Atletico Lodigiani…

“Vogliamo fare una grande partita avendo la consapevolezza di avere a disposizione dei ragazzi che danno il massimo ogni domenica.

Avremo di fronte una squadra che ha da poco un altro allenatore che potrebbe essere, per i nostri avversari, un motivo in più per disputare un grande match…

Il girone è molto equilibrato e quindi, tutte le gare sono difficili considerando il fatto che in vista della gara di domenica, solo Gullotto sarà convocato dopo i postumi dell’influenza.

Nella partita di andata, ad inizio stagione, i nostri avversari giocarono molto meglio mentre noi, anche in quella circostanza, eravamo decimati dalle assenze…

La sfida contro l’Atletico Lodigiani sarà un bel banco di prova per noi contro una delle squadre più forti del campionato…”.

Avete fatto un mercato di ritocchi sia in entrata che in uscita…

“Assolutamente sì.

Avevamo bisogno, in una squadra imbottita di giovani, di un giocatore esperto ed è arrivato Nardecchia, attaccante proveniente dalla Boreale, oltre a Nanni, attaccante esterno che giocava nella Cynthia, e Borghi, difensore che può giocare anche centrocampo, che militava nel Palestrina.

Sono stati dei ritocchi  mirati per sopperire alle defezioni che sono più frequenti, nel periodo invernale, sui campi pesanti…”.

La lotta al vertice è oramai una vicenda che riguarda tre squadre…

“Nel modo più assoluto.

Ausonia, Gaeta e Palestrina sono le squadre più forti, sul piano tecnico, del raggruppamento ma attenzione alle sorprese come successe l’anno scorso con il Tor Sapienza…

Voglio sottolineare il fatto che nella lotta al vertice non è presente l’Itri che considero una squadra molto forte ma probabilmente, rispetto alla scorsa stagione, ha avuto qualche problema…”.

Chi vincerà il campionato?

“Il Palestrina, dopo il mercato di riparazione, ha fatto una vera e propria rivoluzione all’interno della sua rosa rinforzandosi molto ed a questo punto, è la favorita per la vittoria del campionato al di là del fatto che gioca sempre le gare interne  a porte chiuse…”.

A questo punto, cosa chiede il Casal Barriera a questa seconda parte della stagione?

“Ribadisco che il nostro obiettivo rimane quello della salvezza e poi vediamo cosa succede…

Mancano oramai pochi punti per arrivare al traguardo ma viviamo alla giornata      cercando sempre di fare      bottino pieno in tutte le partite.

Sono molto soddisfatto dei ragazzi che alleno che meritano questo spazio.

Le prossime tre partite saranno fondamentali per noi anche se avrò delle assenze importanti ma la mia squadra, ne sono certo, darà il massimo.

Non posso però non sottolineare i grandi meriti della società, invidiata da tanti, a cominciare dal Presidente Carlo D’Alonzo e dal Direttore Sportivo Massimiliano Melis che hanno fatto un ottimo lavoro…”.

 

 

 

 

banner 6.0 orizz