Ottavia, c’è il Montespaccato e Teti rivede il suo passato: “Ci teniamo a far bene e poi abbiamo un tifoso speciale dalla parte nostra…”

Ottavia, c’è il Montespaccato e Teti rivede il suo passato: “Ci teniamo a far bene e poi abbiamo un tifoso speciale dalla parte nostra…”

Sarà una domenica speciale quella di Luca Teti.

Il forte attaccante romano, che da qualche settimana è approdato ad Ottavia dopo la conclusione del suo rapporto con la Tivoli 1919, affronterà infatti quel Montespaccato con cui pochi anni fa vinse il Campionato di Promozione, legando il proprio nome ad una delle annate più importanti della storia del club di via Stefano Vaj.

“Quella per me è stata senza dubbio la stagione più bella da quando frequento le categorie dilettantistiche – ricorda con un pizzico di emozione il centravanti – Eravamo stati inseriti in un girone difficilissimo e dovevamo vedercela con due corazzate come la Monti Cimini e la Play Eur.

Noi però avevamo un grande gruppo e grazie al lavoro della squadra e di mister Di Giovanni centrammo un obiettivo straordinario.

Fu un anno davvero unico, non ce n’era per nessuno…”.

IMG_5588

Nella scorsa stagione l’attaccante concesse il bis nella medesima categoria, aggiudicandosi il torneo con la maglia della Tivoli e poi restando all’Olindo Galli anche nella prima parte dell’attuale campionato con tanto di nove reti all’attivo.

Un bottino significativo che però non è stato sufficiente a farlo desistere dal proposito di riavvicinarsi a casa per godersi di più il suo bimbo, nato di recente.

“Tutti sanno quale fosse il mio desiderio e non è un segreto che sia stato molto vicino al ritorno a Montespaccato – confessa Teti – Con il club avevamo raggiunto l’intesa, la Tivoli però non intendeva rinforzare una diretta concorrente e così ho firmato per l’Ottavia, dove mi trovo comunque benissimo.

teti tivoli

La squadra è forte ed Emanuele Mancini si sta dimostrando un grandissimo allenatore.

Lui non dà mai nulla per scontato, cura ogni singolo dettaglio e sa rapportarsi nel modo giusto con ogni giocatore.

La cosa più sorprendente è la sua capacità di immaginare come andrà la nostra prossima partita nella settimana che la precede, riuscendo di riflesso a preparare per tempo le opportune contromisure.

E’ davvero incredibile, è una mente superiore”.

mancini ottavia

Domenica prossima, dunque, Teti si troverà di fronte quella che è stata e che poteva tornare ad essere la sua squadra.

“Rispetto ai miei tempi il Montespaccato è cambiato molto, anche se il nome rimane quello – sorride il bomber – Si troveranno di fronte due formazioni che attraversano un buon periodo, ma dalla diversa posizione in classifica.

Noi siamo appena fuori dalla zona-play out e ci servono punti.

Di sicuro avremo degli stimoli altissimi, visto che affronteremo la prima in classifica.

Ci teniamo a far bene”.

teti ottavia

 

Da qualche settimana, peraltro, l’Ottavia ha tifoso, d’eccezione, in più.

Non è insolito, infatti, che alle gare casalinghe assista anche l’ex capitano della Roma, Daniele De Rossi, legato al tecnico biancoblù da una lunga e fraterna amicizia.

“Daniele è una persona fantastica, sempre gentile e disponibile con tutti – sottolinea l’attaccante dell’Ottavia – Pur essendo stato un Campione del Mondo ed un calciatore incredibile, la sua umiltà è impressionante.

Spesso assiste anche ai nostri allenamenti e, quando lo vediamo, non posso nascondere che siamo portati anche a forzare qualche giocata per fare bella figura (ride)…”.

Teti è considerato un centravanti degno di altre categorie, ma purtroppo spesso la fortuna non gli è stata amica e lo ha costretto a fare i conti con alcuni infortuni non di lieve entità.

“Vivo il calcio in maniera spensierata e non con l’assillo di altri colleghi – riflette l’attaccante – Per me il lavoro è sempre al primo posto, mentre tutto questo è un divertimento, uno sfogo.  

Dopo la nascita di mio figlio, non potevo più stare lontano da casa fino alle otto di sera.

Nel calcio le sorprese non mancano mai, ma per adesso va bene così.

Mi alleno tre volte alla settimana e sono felice”.

Finale dedicato all’avvincente corsa per il titolo nel Girone A di Eccellenza.

“Le tre che sono attualmente al comando sono tutte ottime squadre, ma credo che la Tivoli 1919 abbia qualcosa in più in fatto di esperienza – conclude Teti – Credo che loro abbiano il 70% di possibilità di vincere il torneo”.

 

 

 

 

banner 6.0 orizz